Dichiarazione di successione

 

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che coincide, generalmente, con la data del decesso del contribuente. È necessario compilare l’apposito modulo disponibile presso gli uffici dell’Agenzia e successivamente presentarlo all’ufficio nella cui circoscrizione era fissata l’ultima residenza del defunto.

 

Sono obbligati a presentare la dichiarazione di successione:

  • I chiamati all'eredità (per legge o per testamento, anche se non hanno ancora accettato l’eredità, purché non vi abbiano espressamente rinunziato) e i legatari, ovvero i loro rappresentanti legali.
  • Gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta.
  • Gli amministratori dell’eredità, i curatori delle eredità giacenti, gli esecutori testamentari.
  • I trust.

Non c'è obbligo di dichiarazione se l'eredità è devoluta al coniuge e ai parenti in linea retta del defunto e l'attivo ereditario ha un valore non superiore a €25.823 e non comprende beni immobili o diritti reali immobiliari. 

 

Quando nell’attivo ereditario è presente un immobile, prima di presentare la dichiarazione di successione occorre autoliquidare le imposte ipotecaria, catastale, di bollo, la tassa ipotecaria, i tributi speciali (ad esempio, diritti di segreteria, tributi per copie di certificati) e i tributi speciali catastali (ad esempio, i tributi per certificati, copie ed estratti degli atti e degli elaborati catastali).

Entro 30 giorni dalla presentazione della dichiarazione di successione è inoltre necessario presentare la richiesta di voltura degli immobili agli uffici provinciali - Territorio dell'Agenzia.

Studio Notarile Castorina - Roma, Viale dell'Arte n.66 (00144) - Tel. 06/54221371 - Fax. 06/5923986

JoomShaper